air show djerba 2020 titolo
air show djerba 2020 image 1
Ci sono delle forze aeree che si possono definire con un pò d’ironia “riservate”; partecipano raramente ad eventi internazionali come manifestazioni aeree o esercitazioni, non divulgano notizie o quanto meno foto, rispondono negativamente alle domande di visita delle proprie basi aeree tirando in ballo perfino la costituzione del paese che vieterebbe l’ingresso agli stranieri in queste istituzioni.
Una di queste è la Tunisian Air Force o Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Tunisiyya.
A volte però un evento ci può aiutare a raccogliere foto e informazioni. E l’evento c’è stato, ma è mancato poco che il Covid 19 annullasse anche quello. Parlo dello IADE 2020, tenuto all’aeroporto di Djerba Zarziz dal 4 all’8 marzo pochi giorni prima che le frontiere si chiudessero o quantomeno divenissero difficili da superare.
La Tunisian Air Force ha partecipato all’evento di marzo come era previsto anche se in modo decisamente limitato.
Alla mostra statica era presente un C130J-30 dello Squadron 11, ed un Bell OH 58D “Kiowa” del neo costituito Squadron 37 schierato nella nuova base di Gabes, potenziata per sorvegliare il non lontano confine libico. La partecipazione al flying display si è poi limitata ad un passaggio di un paio di L 59T insieme ad un F 5F biposto che ha mostrato una pancia decorata con i colori nazionali. Un UH 60M ha poi lanciato una mezza dozzina di paracadutisti e si è limitato ad eseguire una “scampanata” mentre rientrava al suo parcheggio ben lontano dal pubblico.
air show djerba 2020 image 2
air show djerba 2020 image 3
air show djerba 2020 image 4
Anche questo velivolo rappresentava una novità assoluta perche lo Squadron 36 ha ricevuto di recente almeno sei “Black Hawk” sempre nel quadro di una sorveglianza ISR (Intelligence, Surveillance and Reconnaissance) dei confini.
E’ stato possibile poi fotografare altri velivoli della flotta aerea militare della Tunisia perché impegnati in servizi legati al salone aereonautico, in numerosi voli VIP prima della cerimonia inaugurale e fra l’altro nel volo che ha portato a Djerba la Banda della Forza Aerea. In pratica è stata impegnata nei collegamenti con Tunisi l’intera flotta da trasporto, i Let 410UVP, uno degli ultimi C 130H ancora operativo ed i due nuovi C130J-30 “Super Hercules”.
La Tunisian Air Force nacque ufficialmente nel 1959, ma solo l’anno dopo ricevette il primo velivolo, un Saab 91 Safir degli otto ordinati, seguito da alcuni MD315 Flamant francesi e da una dozzina degli immancabili T 6 Texan. I primi elicotteri furono degli Alouette II. Seguirono i primi jets da combattimento, alcuni F 86F, negli anni 50 all’avanguardia nella Difesa Aerea.
Importanti negli anni 70 furono le forniture dall’Italia, per la precisione una decina di Siai 260CT come trainer più una dozzina di Siai 260WT, la versione da attacco del piccolo monomotore.
La linea di volo si arricchì poi dei jet Macchi 326B (otto) addestratori avanzati, e di una dozzina di Macchi 326KT nella versione d’attacco..
In seguito fu acquistato negli Stati Uniti il velivolo che da anni rappresenta l’ossatura della prima linea della aviazione del paese nordafricano, il Northrop F 5E/F Tiger II in una dozzina di esemplari.
air show djerba 2020 image 5
air show djerba 2020 image 6
air show djerba 2020 image 7

Ultimi fast-jets ad arrivare in Tunisia sono stati 12 Aero L 59T di provenienza cecoslovacca, nel 1995.
Nei trasporti i tunisini si sono rivolti alla Lockheed Martin acquisendo nel tempo il C130B (otto), l’H (quattro) e per ultimi nel 2013/14 due C130J-30. Come trasporto medio si utilizzano anche un paio di Let 410 e pare ancora il Siai 208 come liason aircraft.
Nel settore dell’ala rotante, dopo l’arrivo degli Alouette II/III, sono stati acquistati una decina di Sikorski HH 3E che hanno affiancato alcuni Puma. Presente anche la famiglia “Huey” come gli UH 1H ed N, oltre ad un certo numero di AB 205. Risultano in linea anche alcuni AS350, oltre ad alcuni Bell 412 di provenienza canadese.
Ultimo assetto a comparire quello ISR, con l’arrivo di 24 OH 58D “Kiowa” e di una dozzina di UH 60M, tutti ex United States Army, nel quadro della collaborazione con il Governo statunitense nella lotta contro il terrorismo islamista.
E’stato possibile compilare un ordine di battaglia attendibile, chiedendo ai vari graduati di ogni livello della Forza Aerea, peraltro molto disponibili a fornire informazioni; questi dati si sono rilevati spesso diversi da quelli noti da tempo e consultabili nei siti specializzati.
Le basi aeree di schieramento sono una mezza dozzina, sparse in tutto il paese:

Bizerte “Sidi Ahmed” Air Base
15Sq F 5E/F
21Sq C130B/H

Bizerte “Pointe Karoube” Air Base
32Sq AB 205
36Sq UH 60M

Tunis Cartagine Air Base
11Sq C 130J-30
12Sq Let 410UVP
35Sq AB 412

Sfax Thyna Air Base
13Sq L 59T
14Sq SF 260CT/W
31Sq AS350, AB 205

Gafsa Air Base
34Sq Bell OH 58D

Gabes Air Base
37Sq OH 58D
36Sq UH 60M

air show djerba 2020 image 8
air show djerba 2020 image 9 air show djerba 2020 image 10
Gli Stati Uniti hanno partecipato con un C130J-30, tail code RS dell’86 OG di Ramstein (Germania), oltre ad un P8A “Poseidon” del VP-4 della United States Navy proveniente dalla Naval Air Station Whidbey Island, Oak Harbor, Washington.
air show djerba 2020 image 11
air show djerba 2020 image 12
L’Air Display è stato quantitativamente un pò scadente ma la qualità delle esibizioni è stata decisamente molto alta.Solo Turk: con un F 16C Block40 del Filo 141, si esibisce in “Solo” dal 2009. A Djerba le macchine erano due (una di riserva) e per appoggio erano stati programmati ben quattro voli di Hercules del 222 Filo. Uno dei tre visti a Djerba, un vecchio C 130B, sfoggiava l’aggressiva immagine di un rinoceronte sulla deriva di coda, sembra per commemorare le 222.0000 ore di volo del reparto.
Dei due piloti che si alternavano il Cap.Serdar Dogan ha impressionato per la padronanza della macchina.
air show djerba 2020 image 13
air show djerba 2020 image 14 air show djerba 2020 image 15 air show djerba 2020 image 16
air show djerba 2020 image 17
Una Pattuglia Acrobatica, i “Saudi Hawk” ed un solo display, il “Solo Turk”, hanno occupato per cinque giorni il tempo dedicato alle esibizioni in volo con manovre spettacolari
La formazione dei “Saudi Hawks” è composta da sette BAE Hawks Mk65 dell’88Sq dell’Aviazione saudita, dal 1998 partecipa agli Air Shows di tutto il mondo. Il programma attuale è ispirato a quello dei “Red Arrows” e presenta figure spettacolari che sono apparse molto suggestive con lo sfondo delle palme di Djerba. Accattivante anche la colonna sonora di musica araba diffusa dagli altoparlanti durante l’esibizione.
air show djerba 2020 image 18
air show djerba 2020 image 19
air show djerba 2020 image 20

L'autore desidera ringraziare il Col. Mohamed Hajem della Forza Aerea tunisina

The author would like to thanks the Col. Mohamed Hajem of the Tunisian Air Force

Foto e testo di / Images and text by Elio Viroli

Marzo / March 2020

English translations

work in progress