51° Stormo

51 stormo image 36
1981 — 2009, quasi tre decadi di operazioni al servizio della comunità, questo è sicuramente il miglior biglietto da visita per presentare i “Boxer”. Purtroppo, come ormai accade molto più spesso in questi ultimi anni molto difficili per l’Arma Azzurra, queste onorevoli storie vengono interrotte, infatti dal marzo dello scorso anno, anche gli AB 212 della 651^ hanno “prestato” alla nazione il loro ultimo turno di allarme SAR (Search and Rescue — Ricerca e Soccorso). Ora, come lo è stato per molte altre squadriglie collegamenti, il futuro si fa colmo di incertezze, per molte altre la chiusura è già sopraggiunta, fortunatamente per la 651^ questo momento sembra ancora abbastanza lontano, ma comunque si sono già viste le prime avvisaglie con una riduzione dei mezzi a disposizione e con appunto il completamento dei turni di allarme, servizi prestati che comunque rimarranno come un fiore all’occhiello per tutto lo Stormo, anche in un futuro lontano senza la 651^. In questi lunghi anni la Squadriglia si è contraddistinta per avere partecipato con i propri uomini e mezzi alla salvaguardia delle popolazioni di tutta Italia, ricordo la calamità del Friuli, degli alluvioni del Piemonte e della Versilia, e della sciagura di Sarno, gli uomini del Soccorso Aereo si sono anche contraddistinti per buona volontà e professionalità nelle centinaia di missioni svolte per il trasporto di organi, sangue e plasma, ammalati gravi, traumatizzati, ricerche e salvataggi di persone sia in mare che in montagna, tutto ciò molto spesso in condizioni normali, ma anche molte volte in condizioni meteorologiche avverse o di notte. Molte sono state le attestazioni di stima, da parte delle testate locali, definendo il personale della 651^ come “Angeli del Cielo”, ogni qualvolta sono stati citati durante le missioni svolte a favore della comunità, mentre forse il riconoscimento con più valore in assoluto, è stato quello ricevuto dalla Squadriglia nel 2002, con la consegna delle chiavi della città di Treviso da parte del Comune in segno di gratitudine.
Ovviamente il compito del Soccorso Aereo svolto in questi anni non è stato l’unico del Reparto, l’altro compito istituzionale, anche se meno appariscente, è quello di fornire allo Stormo il servizio di “collegamento”, servizio che viene principalmente effettuato attualmente con i velivoli Aermacchi MB 339A, prima dell’avvento del 339 il ruolo era svolto dalla Squadriglia con i “vecchi” “Macchini” MB 326 sino alla fine degli anni ottanta, mentre se andiamo ancora più nel passato addirittura con il “mitico” T 33A per il collegamento e con l’RT 33A per il traino bersagli. Visto che abbiamo accennato al passato non si può ricordare che la Squadriglia ha operato nel ruolo SAR anche con il predecessore del 212, il monomotore AB 204B.
Per tornare al ruolo di collegamento della Squadriglia volevo menzionare il fatto che per qualche periodo, anche abbastanza recente, il Reparto ha avuto a disposizione anche due velivoli contemporaneamente del famoso addestratore, ora con il periodo di crisi generalizzato, il velivolo viene dato direttamente dalla Scuola Basica di Lecce-Galatina (61° Stormo) in base alla disponibilità di macchine.
51 stormo image 37