corso di cultura aeronautica 2012 cameri titolo
Dal 19 al 30 marzo si è svolta la prima edizione per l’anno 2012 del Corso di Cultura Aeronautica.
Questi particolari corsi rientrano nel quadro delle attività informative ed orientative volte a diffondere la cultura aeronautica tra i giovani del Paese, predisposte dallo Stato Maggiore dell’Aeronautica in accordo con il Ministero della Pubblica Istruzione, vedono coinvolti gli studenti delle scuole medie superiori in ambito nazionale.
Queste attività sono svolte solitamente due/tre volte all’anno, quest’anno sono state prescelte le città di Novara e Padova, l’ultima volta nel capoluogo piemontese è stato nel 2007, in verità Novara era stata già prescelta per lo scorso anno, ma la crisi libica aveva spinto SMA ad annullare questa sessione educativa.
Il presente corso è stato suddiviso in due parti, durante la prima settimana si è svolta la parte teorica presso l’Istituto Tecnico Industriale Statale Giacomo Fauser, gli istruttori del Centro di Volo a Vela hanno vestito i panni di docenti illustrando agli studenti i principi fondamentali del volo e le caratteristiche di un aeromobile, i temi affrontati sono stati molteplici, in particolare: aerotecnica, strumenti di volo, pilotaggio, sicurezza del volo, propulsione (Motori a reazione e ad elica). Venerdi 23 presso la Base Aerea di Cameri, come giornata conclusiva della parte teorica, gli studenti hanno svolto un breve briefing di familiarizzazione a terra con i velivoli, in un ottica di preparazione all’attività di volo. Contestualmente il Comando Aeroporto ha organizzato un incontro con i media locali e alcuni giornalisti specializzati per far conoscere ai mezzi di informazione questa particolare e inusuale attività. L’incontro è stato presenziato dal Colonnello Tudini, Comandante della base camerese, e dal Colonnello Zuffada, Comandante del Centro di Volo a Vela, tra gli intervenuti spiccava il responsabile del Provveditorato agli studi di Novara, e alcuni rappresentati degli istituti scolastici coinvolti, presente anche una delegazione di studenti. A conclusione dell’evento mediatico, lo Stato Maggiore Aeronautica e il Centro di Volo a Vela hanno organizzato un breve volo dimostrativo di circa 20 minuti a favore degli invitati, con relativo sorvolo della città di Novara.
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 1 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 2
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 3
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 4 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 5 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 6
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 7 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 8 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 9
La seconda settimana, come accennato in apertura, gli allievi si sono trasferiti presso la Base Aerea di Cameri, dove il Centro di Volo a Vela ha messo a disposizione sei monomotori Siai S 208M, gli studenti in questa fase hanno potuto mettere in pratica le nozioni ricevute prendendo i comandi del “docile” velivolo, ovviamente sotto il “vigile” controllo dell’istruttore pilota.
Solitamente vengono messi a disposizione 250 posti per un Corso di Cultura Aeronautica, nell’attuale contesto occorre sottolineare che tutti gli allievi delle scuole prescelte hanno risposto con un adesione pressoché totale, questo ha spinto ad accettare tutte e 300 le richieste di partecipazione, praticamente prossime al 100%. Il Centro di Volo a Vela ha dovuto così sostenere un volume di “missioni” sopra la media, tutti gli undici istruttori del reparto sono stati coinvolti per effettuare i circa 100 voli necessari, ricordo che su ogni Siai S 208M venivano imbarcati tre passeggeri, facendo un rapido calcolo, e tenendo conto di 30 minuti per volo, in poco più di quattro giornate sono state svolte circa 50 ore di volo.
Negli anni passati la fase conclusiva vedeva premiati gli studenti più predisposti ad una attività introduttiva sugli alianti del Centro di Volo a Vela, purtroppo questa pratica non viene più promossa. Nella giornata che sancisce il termine del Corso, presso l’Istituto Fauser vengono comunque premiati gli allievi che hanno dimostrato un’attitudine superiore alla media.
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 10 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 11 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 12
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 13 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 14 corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 15
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 16
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 17
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 18
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 19
Le origini del Centro di Volo a Vela risalgono al 1927, quando il Ministero dell’Aeronautica istituì a Pavullo nel Frignano (Modena) una scuola di volo librato. L’allestimento della scuola fu a carattere prettamente premilitare e aveva come scopo peculiare la preparazione degli allievi per le scuole di volo a motore. Il 1934 fu l’anno in cui iniziò il vero volo veleggiato con i primi primati di durata. Nel 1936 in occasione delle Olimpiadi di Berlino il volo a vela fu presentato a scopo dimostrativo. Nel 1943 dopo i fatti dell’8 settembre, lo Stato Maggiore approvò un piano per creare un moderno Centro di Volo a Vela. Nel 1951 venne istituita una sezione di collegamento con l’Aeroclub d’Italia, con l’intento di promuovere ed assistere la crescita del volo veleggiato nel paese. Il primo settembre 1952 è la data ufficiale che sancisce la costituzione del Centro di Volo a Vela. Il Reparto venne dislocato sull’aeroporto dell’Urbe, inizialmente posto alle dipendenze del Centro Sperimentale, successivamente invece alle dirette dipendenze di SMA. I compiti assegnati al reparto furono quelli di preparare gli istruttori civili e militari, svolgere manifestazioni di propaganda e svolgere studi e sperimentazioni sul volo veleggiato.
Il 31 Ottobre 1957 il CVVAM venne chiuso per essere ricostituito poco meno di due anni più tardi come Sezione Militare di Volo a Vela, il Reparto fu dotato di alianti Canguro e velivoli Piaggio P 148 e operò simultaneamente dagli aeroporti di Guidonia. Nel 1967 con l’assegnazione dei nuovi SIAI S 205, poi modificati in S 208/M, si iniziarono i Corsi di Cultura Aeronautica rivolti agli studenti delle scuole medie superiori. Il 24 marzo 1976 la Sezione divenne nuovamente Centro, con un'unica sede a Guidonia, acquisendo l’anno successivo due alianti Caproni A21S CALIF ed un LET L13 Blanik Acrobatico. Nel 1984 furono acquisiti gli alianti Twin Astir. Nel 1997 vennero acquisiti gli alianti VENTUS 2B e NIMBUS 4D. Dal primo gennaio 2012 il “Comando Aeroporto Guidonia” e il “Centro di Volo a Vela” sono stati riorganizzati nelle funzioni, nelle strutture e negli organici in un unico Ente denominato “Comando Aeroporto/Centro di Volo a Vela” di Guidonia, l’ente è posto alle dipendenze del Comando Scuole dell’Aeronautica Militare ed è l’unico Reparto della Forza Armata dotato di alianti.
I suoi compiti di istituto sono:
-svolgere corsi di cultura aeronautica in tutto il Paese per gli studenti delle scuole medie superiori;
-effettuare corsi di abilitazione su aliante per gli allievi piloti dell’Accademia Aeronautica nell’ambito dell’iter formativo per il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare; questo passaggio è uno degli step previsti dal nuovo iter formativo per il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare per gli allievi piloti dell’Accademia Aeronautica e delle altre Forze Armate e Corpi armati dello Stato. Infatti con l'ingresso in linea del nuovo addestratore Aermacchi SF 260EA e con l’esigenza sempre più pressante di contenere quanto più possibile i costi, l’Aeronautica Militare ha messo a punto il nuovo iter formativo basato sul concetto di download, cioè di "scarico" di alcune attività di volo da linee più costose (vedi MB 339A/CD) a linee meno costose (SF 260 ed Alianti).
-svolgere attività di volo su aliante a favore degli allievi della Scuola Militare “Giulio Douhet” di Firenze; questa attività viene effettuata in aderenza ai programmi previsti anche in ambito civile, consentendo ai frequentatori di acquisire il necessario know how per il conseguimento della licenza di pilota di aliante. I corsi di Volo a Vela per il personale navigante della Forza Armata, svolti lungo tutto l’arco dell’anno, prevedono livelli crescenti di istruzione e hanno lo scopo di creare una cultura volovelistica in seno alla Forza Armata.
-supportare l’attività di volo del Comando Scuole tramite aviogetti MB 339A/CD, velivoli ad elica S208/M, ed elicotteri NH 500E, tutti i piloti del Centro sono abilitati su tutte le linee di volo ed Istruttori su alianti e S 208/M.
corso di cultura aeronautica 2012 cameri image 20
L'autore desidera ringraziare il / the author would like to thanks the Col. Tudini, Magg. Zuffada, Magg. Ciolli, Cap. Grillo
e il Serg. D'urbano 
Foto di Giorgio / images by Ciarini e / and Renzo Sacchetti 
Testo di / text by Giorgio Ciarini 
Marzo / March 2012 

 

English translation

work in progress